H.n.h. Hotels & Resorts S.p.A. approva il Bilancio d’Esercizio ed esamina il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2017

L’Assemblea degli azionisti di H.n.h. Hotels & Resorts S.p.A., uno dei principali operatori indipendenti italiani nel settore Hospitality, riunitasi martedì 22 maggio 2018, ha approvato il Bilancio di Esercizio al 31 dicembre 2017 ed esaminato il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017.

Il 2017 evidenzia una crescita considerevole rispetto al 2016, anno non confrontabile direttamente per i perimetri di consolidamento non omogenei. Il Bilancio 2017 è, infatti, il primo esercizio chiuso dopo la riorganizzazione e la trasformazione societaria della capogruppo avvenuta con l’ingresso del fondo di private equity Siparex che ha investito 8,5 milioni di euro nel Gruppo acquisendo una quota di minoranza pari al 36,65%.

Positivi tutti gli indicatori economico finanziari, con l’utile netto consolidato che risulta pari a euro 1,4 milioni. A livello consolidato il fatturato è in crescita del 13,1%, passando dai 29,8 ai 33,7 milioni di euro, considerando solo hotel a gestione diretta, escludendo i contratti di management, l’EBITDA è pari a euro 5,66 milioni e l’EBIT è pari a euro 2,77 milioni. L’utile ante imposte è pari a euro 2,39 milioni.

Sotto il profilo patrimoniale, con riferimento al Bilancio Consolidato 2017, l’attivo circolante è pari a euro 7,78 milioni. Il Patrimonio netto, sempre con riferimento al Bilancio Consolidato 2017, è pari a euro 10,94 milioni, la PFN risulta positiva, con Debiti Verso Banche per euro 4,57 milioni e Disponibilità Liquide per euro 4,7 milioni.

La capogruppo chiude con un utile netto di euro 950.594.

L’Amministratore Delegato del Gruppo, Luca Boccato, commenta così l’esercizio appena concluso: “Il 2017 è stato un anno molto importante per noi. Con la riorganizzazione societaria abbiamo reso più efficiente la struttura organizzativa interna, mentre con l’ingresso del socio di capitale, abbiamo rafforzato la struttura patrimoniale definendo solide basi per la prossima crescita dimensionale prevista dal nostro piano di sviluppo. Il 2018 - prosegue l’AD - sarà un anno di ulteriore rafforzamento delle performance economiche e di preparazione della prossima fase di crescita già in pipeline per il 2019 con le aperture dei due nuovi Hotel di Trieste e Roma. Stiamo tuttavia valutando altre operazioni che ci consentano di allargare ulteriormente il portafoglio già a partire dall’anno in corso, sia nel segmento business che nel segmento leisure”.

Data news: 
Giovedì, 24 Maggio, 2018